Emergenza COVID-19, Copura in prima linea per le operazioni di sanificazione ospedaliera

La crisi sanitaria conseguente alla diffusione del Coronavirus ha ulteriormente evidenziato la funzione cruciale, e costante, svolta dagli addetti alle operazioni di sanificazione degli ambienti ospedalieri, con particolare riferimento alle aree destinate alla degenza dei malati per patologie infettive. Tra questi “eroi” figurano anche gli oltre 400 addetti di Copura che hanno garantito, continuando a farlo quotidianamente, la perfetta igiene e la sicurezza degli ambienti dell’Ospedale di Ravenna e di altri presidi sanitari della Romagna.

“Un contingente di operatori qualificati, responsabili e consapevoli del rischio cui erano esposti ma anche della necessità di non tirarsi indietro proprio in un frangente così critico” – ha sottolineato Fabio Farina, Direttore Generale di Copura. “Il ringraziamento che rivolgo loro non sarà mai abbastanza profondo da ripagarne l’abnegazione e il coraggio, anche perché spesso le circostanze e gli ambiti in cui si muovono esigono estrema cautela. Il nostro personale fa non solo la logistica, ma si occupa del trasporto dei malati, della sanificazione a partire dalla terapia intensiva, sono servizi molto delicati. Noi stessi – prosegue Farina – abbiamo dovuto adoperarci per non far mancare loro quei Dispositivi di Protezione Individuale che, in situazioni come questa, sono fondamentali”.

Copura è inoltre autorizzata ad eseguire le sanificazioni COVID in virtù dell’iscrizione nella sezione “E”, alla voce sanificazione, dell’Albo della Camera di commercio, ai sensi della Legge 25.1.1994, n. 82 e del D.M. 274/1997 art. 1.

Copura Ravenna

Massima efficacia nel campo dei servizi
Contattaci